In LIFESTYLE & DESIGN

Andare a vivere da sole è un bel traguardo. Uno dei primi che ci introducono all’età adulta. Una tappa obbligata che rappresenta autonomia ed emancipazione. Ma è davvero la panacea a tutti i mali? L’ancora di salvezza da genitori opprimenti? Ho raccolto per voi 5 cose che dovete assolutamente sapere prima di fare il grande passo. Dai vicini invadenti alle bollette da pagare, poi non dite che non vi avevo avvisate!

1.Non abbiate paura

Andare a vivere da soli è diverso che avere dei coinquilini, genitori amici o fratelli al seguito. Vi troverete sveglie nel bel mezzo della notte non appena sentirete uno scricchiolio oppure a guardare sotto il letto prima di andare a dormire per controllare che non ci siano dei mostri nascosti. Di fatto vi sentirete molto ridicole ma tant’è. Io guardavo anche dentro gli armadi..

2. Passerete molto tempo in sola vostra compagnia

Se non siete abituate a stare da sole, vivere in un appartamento tutto vostro potrà sembrare pesante durante i primi periodi. Presto però, vi renderete conto che mai e poi mai più tornereste indietro. Il solo pensiero di un dietro front a casa da mamma e papà o nell’appartamento che condividevate con i compagni d’università vi farà rabbrividire. La vostra casa diventerà un tempio sacro, luogo in cui trascorrerete le serate in santa pace sul divano o a letto a leggervi un buon libro. Girare per casa in mutande sarà terapeutico. Tuttavia provate a non diventare totalmente asociali. (…Provateci almeno)

 

 

3.  Siate gentili con i vostri vicini di casa

Pensavate di andare a vivere in un palazzo con dei dirimpettai in stile “Friends”? Dimenticatevi Monica, Phoebe e Rachel..Visualizzate il film “Cattivi vicini”, è molto più vicino alla realtà di quanto possiate immaginare. No a cibo cinese sul divano tutti insieme, si a vicini chiassosi ed invadenti. Voi cercate di essere il più gentili e pazienti possibile; inspirate dal naso, espirate dalla bocca, e pensate al rumore delle onde del mare. Se anche così non riuscirete a mantenere la calma; prendete in considerazione di trasferitevi in una cascina in campagna.

4. Soldi soldi soldi

Se fino a poco tempo prima dell’emancipazione i vostri soldi servivano a mantenere i baristi della vostra città, poco dopo serviranno per la manutenzione della caldaia e a pagare la bolletta del gas. Facile, no? Battute a parte, vivere da sole è decisamente più dispendioso ed impegnativo in termini economici. Sarà vostra premura fare le formichine e risparmiare il più possibile su cose non strettamente necessarie per potervi permettere vacanze e qualche sfizio. Provate ad annotare tutte le vostre spese su un kakebo e avrete la situazione sotto controllo.

(Se desiderate un kakebo da scaricare fatemelo sapere qui nei commenti e ve lo preparerò)

 

 

5. Spesa e pasti pronti

Ok.. eravate abituate a trovare i manicaretti di mamma ad ogni pasto. Portate su portate. Banchettare non sarà più un’abitudine. Abituatevi a fare scorta di cibi pronti in pochi minuti che vi salveranno da un’abbuffata di gelato quando rientrate a casa dopo una giornata di lavoro estenuante. Al supermercato ricordate di fare spesa per una persona e non per un reggimento in modo da non generare sprechi inutili.

 

Siete ancora dell’idea?

 

 

Condividi
Post Recenti

Lascia un commento